Il territorio

Un paradiso a cielo aperto

Lugano, città svizzera dall’anima mediterranea, è meta di numerosi turisti per l’ampia scelta di eventi e attività. Il visitatore può spaziare da luoghi d’interesse storico e ambientale a iniziative culturali ed eventi, dallo shopping a numerose attività per le famiglie, e tanto altro.

Arte e cultura

Lugano e il Ticino sono da sempre un luogo di riferimento artistico tra il sud e il nord d’Europa. Il territorio con i suoi monumenti, musei, gallerie d’arte, offre un patrimonio artistico di grande valore. Il centro storico della città ha un fascino particolare, con la sua passeggiata e le sue viuzze in cui agli edifici religiosi, come la Chiesa Santa Maria degli Angeli di rilevante importanza artistica o la Cattedrale San Lorenzo, si accostano quelli laici con antiche dimore e sculture. Il Ticino si distingue inoltre per i suoi luoghi di interesse naturale unici, come i Castelli di Bellinzona e il Monte San Giorgio, siti inseriti nel patrimonio culturale dell’UNESCO.

Escursioni e natura

Per gli amanti delle escursioni, del trekking e della bicicletta poi, tutta la regione offre l’imbarazzo della scelta. Dalla primavera all'autunno, in Ticino non mancano le rilassanti passeggiate in riva ai laghi, i percorsi alpini più impegnativi, gli itinerari artistici e culturali e le escursioni gastronomiche tra vigneti e alpeggi.

Divertimento e relax

Per chi è in viaggio con la famiglia il Luganese e il Ticino offrono numerose opportunità per vivere dei momenti unici e indimenticabili con i propri cari. Dal più grande parco tematico in miniatura della Svizzera, Swissminiatur, un autentico museo all’aria aperta che presenta i più importanti monumenti in miniatura della Svizzera, alle avventure sul Monte Tamaro, uno dei luoghi più apprezzati della regione per il suo panorama unico sul paesaggio prealpino, sui laghi, e sulle vette innevate delle alpi. Relax, divertimento e benessere vi aspettano invece allo Splash and Spa Tamaro, il parco acquatico del Ticino, dove scivoli mozzafiato, onde, un’area gioco interamente dedicata ai bambini, piscine termali e una spa con saune e hamam, ti regaleranno un’esperienza unica e indimenticabile. E prima di ripartire una dolce pausa all’Alprose, la fabbrica e museo del cioccolato a Caslano.

Un Ticino da gustare

Un viaggio alla scoperta di Lugano e del Ticino non può essere tale se si riparte senza avere assaggiato le specialità enogastronomiche del territorio. Come la polenta, per secoli un alimento di base per buona parte della popolazione, che ancora oggi molti grotti ticinesi propongono, preparandola con il metodo tradizionale cuocendola per almeno due ore a fuoco lento, rimestando di continuo. Da assaporare accompagnata alle varie specialità ticinesi come i formaggi d'alpe, vari prodotti della mazza, il brasato, lo spezzatino, l’ossobuco, lo stinco e tanti altri gustosi accompagnamenti.

Tra i salumi e derivati sempre apprezzatissimi il salame, i salametti di maiale, cavallo, cervo e cinghiale, immancabili in ogni grotto. Ottimi anche la carne secca, la coppa, il lardo, la pancetta piana e arrotolata, la luganiga, la luganighetta che regala sapori prelibati al risotto o cucinata alla griglia.

Infine il formaggio che, da povero companatico per i pasti dei nostri nonni, è diventato alimento prelibato con standard qualitativi elevati, grazie agli allevatori che ancora oggi producono il formaggio negli alpeggi, dove durante la stagione estiva portano il bestiame al pascolo. Formaggi che diventano materia prima per gustosi piatti della tradizione, come la fondue e la raclette.

Il Ticino vitivinicolo

Il vino in Ticino ha un’antica storia, ma trova il suo splendore nella prima metà del secolo scorso, in seguito alla ricostituzione del vigneto con dei criteri fondati sulla qualità. In particolar modo l’introduzione del vitigno Merlot, la cui sperimentazione iniziò nel 1906, ha cambiato radicalmente la vocazione viticola del Cantone, ottenendo dal 1997 la Denominazione di Origine Controllata, un riconoscimento alla produzione e alla qualità.

Grazie alla sua struttura, il Merlot accompagna in modo ideale minestrone, carni grigliate, piatti principali in generale e formaggi stagionati, ma non piccanti.

Passando, infine a liquori e distillati, nonostante la vasta scelta internazionale, tre prodotti tipici locali restano tra i più amati dai ticinesi. Il nocino, liquore a base di noci verdi, è il digestivo più diffuso della Svizzera italiana. Il termine nocino è subentrato di recente, il prodotto in antichità era più conosciuto con il nome di ratafià. Particolarmente popolari anche la grappa e l’acquavite. La prima, ricavata dalla fermentazione della cosiddetta “vinaccia”, cioè dalle bucce e i vinaccioli dell’uva, in Ticino è ottenuta dall’uva americana. La seconda, ottenuta invece dalla fermentazione dell’uva intera, prende il suo nome dal termine latino medievale “aqua vitae”, ovvero acqua di vita.

http://www.ticinowine.ch/

Contattaci

CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.